martedì 18 agosto 2009

Tu, vergine, dormi, le mani sul petto incrociate.


Stanca, sempre più stanca.



Stanca dell’egoismo e della falsità,

stanca di quelle persone le quali parlano alle spalle;
nonché della loro arroganza,
dell’indifferenza e della doppia personalità.

Stanca dei sorrisi,
dei consigli,
delle promesse,
del sesso,
dei rappacificamenti,
delle simpatie.

Stanca di me stessa,
del disordine,
della debolezza,
della dipendenza,
della tristezza e dell’ insoddisfazione.

Stanca delle persone complesse, le quali credono di essere uniche e speciali.
Per queste non ho né ammirazione né odio.

Nessuna emozione.

Ma stanca.

E' tutto così stancante e demoralizzante.
Non provo più niente e niente più chiederò di provare.
∞ S.J.∞

9 commenti:

ashasysley ha detto...

Stanca. Anche il mio è stato un lungo periodo. Poi una scossa, un piccolo terremoto dentro, e tutto lentamente tende a cambiare.
Evolve? Involve? Crolla... che importa.
L'importante che l'accidia se ne vada e lasci la mia pelle lacerarsi dove meglio crede, nei sui spazi e nelle sue lame, che ben conosce.
Meglio il dolore al nulla.

Marta ha detto...

esite qualcosa per eliminare ciò?
non credo...
ma meglio il dolore al nulla, come dice ashasysley credimi, sarebbe noia!

Michele G. ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
∞? ha detto...

@ Michele G.

Qualora arrischierai il tuo sommo intelletto introducendoti ancora nelle "divagazioni innnocenti di una adolescente tardiva” ti consiglio di prestare più attenzione a tutto il contenuto del medesimo blog.
Tuttavia sono cosciente del fatto che è più facile spezzare un atomo che un pregiudizio.

Anonimo ha detto...

i pregiudizi sono tutti tuoi : sei convinta che i tuoi piccoli pruriti siano cose peccaminose... ma dove l'hai sentito? a catechismo... piccolina.. scrivi quattro righe in croce e pensi di aver peccato. Anima candida. Ma togli quell'avviso, stà tranquilal che questo è un blog da educande

∞? ha detto...

@ Anonimo

Non è certo un peccato se l'avviso resta lì dov'è, spero di non creare prurigine ad altri lettori, in tal caso, come disse Ponzio Pilato, "io me ne lavo le mani"

Squilibrato ha detto...

Stanco anche io di tutto questo. Sembra che la gente non abbia di meglio da fare.

UIFPW08 ha detto...

Alla stanchezza e alla noia possiamo sempre dare un un taglio, basta volerlo, riappropriarsi della propria vita e tornare tre metri sopra il cielo a sognare..
Al dolore scelgo sempre di vivere oltre.

Lidia ha detto...

Ci sono quei giorni che pesano così tanto.. Che ti stancano. Tutto spesso è stancante.