mercoledì 1 ottobre 2008

Escrementizio



Un solo granello di feci di topo può rovinare un'intera padella di riso così come un pezzo di merda può rovinare un'intera famiglia.
È un po’ come mordere una bellissima mela e trovarci dentro del marcio, ti lascia l’amaro in bocca e un buco allo stomaco.
Questo è il tipico giorno (vi risparmio la descrizione della giornataccia) in cui mi domando se malviventi si nasce, pensandoci bene potrei essere contagiata anch’io da tutto questo marciume e non rendermene ancora conto.
Mi guardo allo specchio e rifletto la paura di diventare come lui, oltretutto abbiamo lo stesso patrimonio genetico, non sono certo una ragazza modello, ho tatuaggi, piercing, sposo ideali fuori dal comune, fumo e in passato ho commesso anch’io delle piccole scempiaggini, ma nulla di serio… almeno la mia fedina penale è pulita, il mio Curriculum Vitae è già corredato da diverse formazioni scolastiche ed esperienze lavorative e inoltre non ho nessuna brutta nomea.
Perché, al di là di tutto, rifletto questa immagine? Perché non sono quella tipica ragazza la quale “indossa i mocassini”, concentrata interamente al proprio futuro, all’Università, alla famiglia, al lavoro, alla casa ecc… ?
Perché non sono i grandi progetti che mi rendono felice e importante? Perché non chiedo niente alle persone e a me stessa? Perché non mando a fanculo questa mia battaglia e scappo via come faccio di solito?
...Andrò al cinema sabato sera, guarderò “Riflessi di paura”, così eviterò di guardarmi ancora allo specchio e riflettere.
∞ S.J.∞

9 commenti:

Sara ha detto...

lo sai che ho scritto qualcosa di simile?su quanto spesso io venga fraintesa...

mi metto nei panni tuoi che forse,sono della stessa taglia dei miei.

*Shaina* ha detto...

Non sono i geni ereditari a decidere se nella vita saremo o meno brave persone...

Dipende solo da noi stessi...

NightSpider85 ha detto...

Non ci riesco.
Non riesco a far nulla.

Veggie ha detto...

Perchè sei te stessa... Te stessa e nessun altro... e non è una questione di DNA, è una questione di come ti poni di fronte alla vita... di come affronti le sfide che essa ti pone davanti... Non si nasce in nessun modo... siamo noi che ci costruiamo, sulla base del nostro carattere e delle nostre esperienze, siamo noi che decidiamo cosa diventare... Senza angosciarci per ciò che non siamo e non potremo mai essere... limitandoci ad essere noi stesse, perchè uniche... e quindi, speciali...

kay ha detto...

è proprio la capacità di porti queste domande che ti contradistingue da lui...
anch'io ho tatuaggi, sono un po' sopra le righe, ho fatto un sacco di c...te...
ma non per questo valgo meno di quella ragazza in mocassini...
ciò che fa la differenza sta nei nostri cuori e nel nostro cervello...
se dipendesse dal DNA ti assicuro che sarei spacciata già da un pezzo!
e allora sai che ti dico?
che sono proprio le nostre diversità a renderci così grandi...
perchè in fondo NOI SIAMO GRANDI!!!!

johnny says ha detto...

la normalità è un idea comune dietro la quale nascondersi per giustificare noi stessi, per rendere plausibile la nostra coscienza come per dire" se lo fanno tutti andrà bene". io vi ho rinuncato, e penso che sia un gseto coraggioso.

p.s. cosa intendi quando dici che non pubblico tuoi commenti? ciao.

acquachiara ha detto...

"non è importante quello che facciamo , ma quello che siamo" questo è quello che ci permette di evolvere, ed ognuno nel suo intimo sa se è giusto o no.
Gli altri ? si facessero i fatti loro .... però, quanto siamo disposti a pagarne il costo sociale ?

nienteebasta ha detto...

Vorrei scriver qualcosa di sensato, ma è un argomento che non capirò mai, e io stesso non capirò mai come sono in realtà. Ho perso le speranze da un pezzo, e preferisco non lanciarti un qualche consiglio banale a caso..

ha detto...

@ Sara
Tra me e te c'è un po' di intesa o forse telepatia...bo, non so... qualcosina c'è.
Intanto abbiamo la stessa taglia ;)

@ *Shaina*
Sì hai ragione, dev'essere così per forza, un abbraccio!

@ Nightspder85
Tu riesci e riuscirai in tutto.

@ Veggie
Grazie, come sempre hai perfettamente ragione... continuerò sempre a essere me stessa seguendo la strada che desidero percorrere.
Un abbraccio.

@ Kay
Eh vecchia mia tu si che sei una GRANDE!!

@ Johnny says
Ho come l'impressione che la normalità non sia mai esistita

@ Acquachiara
ooooooh TANTO ma TANTO CHE FA TROPPO!!! ormai ho le tasche vuote!!

@ Nienteebasta
Vorrei tanto capire come azzo hai fatto a perdere queste speranze...